it_IT Donna Blogo.it - Ultime notizie della sezione Donna Sun, 25 Feb 2018 00:03:30 +0000 Sun, 25 Feb 2018 00:03:30 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/donna 2004-2014 Blogo.it Sindrome del vomito ciclico e ricorrente nei bambini, sintomi e cure Sun, 31 Dec 2017 17:36:28 +0000 http://www.benessereblog.it/post/171113/sindrome-del-vomito-ciclico-e-ricorrente-nei-bambini-sintomi-e-cure http://www.benessereblog.it/post/171113/sindrome-del-vomito-ciclico-e-ricorrente-nei-bambini-sintomi-e-cure Patrizia Chimera Patrizia Chimera

bambina in ospedale

La sindrome del vomito ciclico è una malattia che si presenta con episodi di nausea e vomito che si ripetono con una certa regolarità, anche ogni mese, con un intervallo di durata uguale tra loro. Tra un episodio e l'altro di vomito i bambini stanno bene, non hanno alcun sintomo che possa indicare un'altra malattia. Gli attacchi di vomito sono improvvisi e possono durare poche ore, ma anche alcuni giorni.

I bambini con età compresa tra i 3 e i 5 anni sono quelli che possono soffrire di sindrome del vomito ciclico con più frequenza, così come tra i 12 e i 13 anni. Il vomito è di solito accompagnato da nausea e talvolta possiamo anche notare malessere generale, sonnolenza, stanchezza estrema. Non bisogna tenere bassa la guardia, perché il rischio di disidratazione è dietro l'angolo, così come di disturbi all'esofago.

In seguito alle manifestazioni si possono notare inappetenza, squilibri metabolici, ipoglicemia. Talvolta il vomito può essere scatenato da un'infezione, ma può anche essere provocato da stress, ansia, paura, situazioni difficili da affrontare. Più del 50% dei bambini che ne soffrono da grandi dovranno fare i conti con l'emicrania.

Se pensate che il vostro bambino possa soffrirne, parlatene con il vostro medico pediatra, che vi consiglierà sicuramente degli esami e delle analisi per poter fare una corretta diagnosi. Le cure e le terapie, soprattutto preventive, sono molte, ma bisogna seguire il trattamento più adatto a ogni singolo caso, senza generalizzare troppo e introducendo la sindrome del vomito ciclico nel quadro clinico di salute generale del piccolo paziente.

PROSEGUI LA LETTURA

Sindrome del vomito ciclico e ricorrente nei bambini, sintomi e cure é stato pubblicato su Benessereblog.it alle 18:36 di Sunday 31 December 2017

]]>
0
Versace, la campagna pubblicitaria per la moda della primavera-estate 2018 Sun, 31 Dec 2017 13:51:29 +0000 http://www.fashionblog.it/post/560736/versace-la-campagna-pubblicitaria-per-la-moda-della-primavera-estate-2018 http://www.fashionblog.it/post/560736/versace-la-campagna-pubblicitaria-per-la-moda-della-primavera-estate-2018 Patrizia Chimera Patrizia Chimera

campagna-versace-pe-2018-01.jpg

Versace presenta la campagna primavera-estate 2018, che propone uno stile glamour e di altri tempi, grazie anche alla scelta di grandissimi nomi che hanno fatto la storia della moda e che erano le muse ispiratrici del grande Gianni Versace, stilista che ha dato il via alla gloriosa storia della casa della medusa e che è stato assassinato a Miami 20 anni fa.

Naomi Campbell, Christy Turlington, Gisele Bundchen, Irina Shayk, Raquel Zimmerman, Natalia Vodianova, Gigi Hadid, Vittoria Ceretti, Kaia Gerber, Cara Taylor, Birgitt Kos, Grace Elizabeth, insieme a un solo uomo, Noah Luis Brown: mai campagna pubblicitaria è stata più glamour e patinata di quella di Versace per la primavera-estate 2018!

Che dite, non sono sempre bellissime?

campagna-versace-pe-2018-02.jpg

Via | Fashionista

PROSEGUI LA LETTURA

Versace, la campagna pubblicitaria per la moda della primavera-estate 2018 é stato pubblicato su Fashionblog.it alle 14:51 di Sunday 31 December 2017

]]>
0
I libri sui perché dei bambini da leggere insieme Sun, 31 Dec 2017 10:23:45 +0000 http://www.bebeblog.it/post/197323/i-libri-sui-perche-dei-bambini-da-leggere-insieme http://www.bebeblog.it/post/197323/i-libri-sui-perche-dei-bambini-da-leggere-insieme Patrizia Chimera Patrizia Chimera

I libri sui perché dei bambini non solo vengono in soccorso dei più piccoli, sempre curiosi su tutto quello che gli accade intorno, ma sono anche una manna dal cielo per mamma e papà che spesso non sanno proprio come rispondere alle loro domande, perché per noi sono argomenti scontati, banali, sui quali da adulti non ci siamo mai soffermati a chiederci il perché esistono o sono così!

Ecco una selezione di libri sui perché dei bambini da leggere rigorosamente insieme"

PROSEGUI LA LETTURA

I libri sui perché dei bambini da leggere insieme é stato pubblicato su Bebeblog.it alle 11:23 di Sunday 31 December 2017

]]>
0
Come si gioca a Scopone, le regole e i consigli per giocare bene Sun, 31 Dec 2017 09:00:23 +0000 http://www.toysblog.it/post/143313/come-si-gioca-a-scopone-regole-consigli http://www.toysblog.it/post/143313/come-si-gioca-a-scopone-regole-consigli Sherlock Sherlock

scopone

Come si gioca a Scopone - La variante più nota del gioco della Scopa è senza ombra di dubbio lo Scopone. Noto anche come Scopone scientifico, si gioca come a Scopa con un mazzo di 40 carte, con i semi italiani di Denari, Coppe, Bastoni e Spade. Vanno dunque bene le classiche carte napoletane. Molto spesso, erroneamente, si pensa che lo Scopone sia il gioco tradizionale della Scopa con 9 carte a testa e 4 in tavola, mentre si riserva il nome Scopone scientifico alla variante dove si hanno dieci carte a testa. In alcuni i casi i due nomi si invertono. Tuttavia lo il gioco di carte dello Scopone è una ben precisa variante della Scopa: andiamo dunque a vedere le regole dello Scopone e come giocare bene.

Regole dello Scopone

Lo Scopone può essere differenziato dalla Scopa per diversi motivi:

  • si gioca solamente in quattro a coppie di due (ci sono però varianti dove si gioca in quattro singolarmente, tutti contro tutti)
  • non si distribuiscono tre carte a volta come nella Scopa, ma si danno subito nove carte a testa e se ne lasciano quattro in tavola (una variante prevede di distribuire dieci carte a testa senza metterne nessuna in tavola)
  • quando al primo giro in tavola ci sono tre o quattro Re, ecco che si rimescolano di nuovo le carte e si distribuiscono un'altra volta, altrimenti non si può fare scopa

Allo Scopone si possono poi applicare tutte le varianti locali della Scopa, vedi per esempio la versione Asso pigliatutto o Re Bello. Le altre regole sono poi quelle viste nella Scopa: bisogna fare le prese dando la precedenza alle carte singole e poi alle combinazioni, il Settebello vale un punto...

Per giocare bene a Scopone, ancora più che nella Scopa, è necessario avere buona memoria per le carte. Una strategia di gioco particolarmente apprezzata prevede che il mazziere e il compagno di gioco debbano sempre cercare di avere pari le carte del medesimo valore (si parla di parigliare), mentre gli avversari, se possono, devono sparigliare magari effettuando una presa multipla.

Scopone: i punteggi delle carte

Ecco come calcolare i punteggi delle carte a Scopone:

  • Scopa: ciascuna vale un punto. Per contrassegnarla, come a Scopa, la carta della presa va messa di traverso nel mazzo delle prese
  • Carte: la coppia che ha minimo 21 carte nelle prese ha un punto. Se le carte sono pari fra le due squadre avversarie, questo punto non viene attribuito
  • Denari: vince un punto il team che ha minimo sei carte di denari (ricordatevi di conteggiare il Settebello fra i denari)
  • Settebello: vale un punto
  • Primiera: la squadra che ha la primiera ha un punto. Si tratta del maggior punteggio con quattro carte, una per seme (bisogna avere almeno una carta per ogni seme, altrimenti la primiera non è valida). Come punti calcolate: 7=21 punti, 6=18 punti, 5=15 punti, 4=14 punti, 3=13 punti, 2=12 punti e asso=sedici punti

Foto | foxtwo

regole scopone, come giocare bene

PROSEGUI LA LETTURA

Come si gioca a Scopone, le regole e i consigli per giocare bene é stato pubblicato su Toysblog.it alle 10:00 di Sunday 31 December 2017

]]>
0
Pododermatite linfoplasmacellulare nel gatto: sintomi Sun, 31 Dec 2017 09:00:20 +0000 http://www.petsblog.it/post/138353/pododermatite-linfoplasmacellulare-gatto-sintomi-veterinario-petsblog http://www.petsblog.it/post/138353/pododermatite-linfoplasmacellulare-gatto-sintomi-veterinario-petsblog Dottoressa Veterinaria Manuela Dottoressa Veterinaria Manuela

Gatto zampa

Pododermatite linfoplasmacellulare nel gatto - La pododermatite linfoplasmacellulare nel gatto è una malattia che causa la presenza di un infiltrato linfoplasmacellulare nei cuscinetti plantari delle zampe del gatto. Non si ha nessuna predisposizione di razza, sesso o età e può colpire uno o più cuscinetti. Non si conosce esattamente la causa di questa patologia, ma si presuppone che abbia una componente di tipo immunomediato visto che oltre alle plasmacellule si ha anche ipergammaglobulinemia policlonale e che risponde alla terapia con la doxiciclina a causa delle sue proprietà immunomodulatrici.

Non si sa neanche quale possa essere lo stimolo antigenico che causa l'attivazione dei linfociti B e la differenziazione in plasmacellule, tuttavia in alcuni gatti si è vista una certa stagionalità, il che potrebbe significare una causa allergica. Considerate poi che la metà dei gatti che manifestano la pododermatite linfoplasmacellulare sono FIV positivi. I sintomi della pododermatite linfoplasmacellulare nel gatto sono:

  • aumento di volume del cuscinetto/cuscinetti colpiti
  • il cuscinetto diventa molle e violaceo
  • ulcere sul cuscinetto
  • dolore
  • aumento di volume dei linfonodi regionali
  • a volte presenza di stomatite plasmacellulare
  • ipergammaglobulinemia policlonale
  • FIV positivi (50% dei casi)

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | 11250735@N07

PROSEGUI LA LETTURA

Pododermatite linfoplasmacellulare nel gatto: sintomi é stato pubblicato su Petsblog.it alle 10:00 di Sunday 31 December 2017

]]>
0
I cartoni della Befana da guardare con i bambini Sat, 30 Dec 2017 14:06:20 +0000 http://www.bebeblog.it/post/197191/cartoni-befana-bambini http://www.bebeblog.it/post/197191/cartoni-befana-bambini Patrizia Chimera Patrizia Chimera

cartoni della Befana

La freccia azzurra è un cartone dedicato alla Befana del 1996 tratto dall'omonimo romanzo di Gianni Rodari, uscito nel 1964. E' un film d'animazione diretto da Enzo D'Alò: è il primo lungometraggio dello studio di animazione Lanterna Magica. Ci sono voluti ben quattro anni di lavoro per poterlo realizzare.

La trama de La freccia azzurra è semplice: è il pomeriggio del 5 genaio e in una piccola città tutti si affrettano per le ultime compere. In molti sono davanti al negozio della Befana, che durante l'anno riceve ordinazioni e lettere dai bambini, per poi portare i doni a chi è stato buono, nella notte tra il 5 e il 6 gennaio. Quell'anno, però, un contrattempo rischia di vedere i desideri dei bambini infranti: la Befana è a letto con una strana influenza causata dal dottor Scarafoni, che ha iniziato a prendere lettere e ordinazioni solo a pagamento. Solo i bambini ricchi possono così ricevere i regali.

Cosa succederà a Francesco, un bambino povero orfano del papà, che vende caramelle al cinema per aiutare la famiglia? Lui vorrebbe tanto un treno giocattolo, la Freccia Azzurra, visto nella vetrina della Befana.

Il film ha vinto il nastro d'Argento e il David di Donatello alla migliore musica 1997 per la colonna sonora di Paolo Conte.

PROSEGUI LA LETTURA

I cartoni della Befana da guardare con i bambini é stato pubblicato su Bebeblog.it alle 15:06 di Saturday 30 December 2017

]]>
0
E' importante dare compagnia al proprio coniglio? Sat, 30 Dec 2017 14:00:10 +0000 http://www.petsblog.it/post/138505/coppia-conigli http://www.petsblog.it/post/138505/coppia-conigli valeria valeria

Dare un compagno o campagna al proprio coniglio è molto importante, in quanto i conigli amano la vita in coppia: in natura infatti vivrebbero comunque a gruppi, in conseguenza è sempre un bene non lasciare il coniglio di casa solo a vita. La cosa importante è sterilizzare prima di tutto entrambi i conigli, così che creare la coppia sia più semplice possibile. La coppia che funziona SEMPRE è maschio+ femmina, entrambi sterilizzati. Il motivo della serilizzazione è scontato: vi troverete altrimenti pieni di cuccioli! Maschio+maschio o femmina+femmina è invece una coppia estremamente complessa da formare e con elevatissime possibilità di insuccesso.

Precisiamo che dal punto di vista degli spazi non cambia molto, poichè entrambi i conigli potranno vivere insieme liberi per casa: la lettiera resterà una sola e ugualmente la ciotola/vassoio per le verdure. L'unica spesa rilevante da tenere in considerazione è il veterinario esperto in animali esotici: ovviamente con due conigli le spese sono raddoppiate sia per i vaccini, sia per tutto quello che concerne eventuali problemi di salute presenti e futuri dei piccini.

Vi ricordo che la cosa migliore è ADOTTARE: ci sono decine di associazioni in Italia che si occupano del recupero di questi animali.

conigli-in-coppia.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

E' importante dare compagnia al proprio coniglio? é stato pubblicato su Petsblog.it alle 15:00 di Saturday 30 December 2017

]]>
0
La campagna uomo di Balenciaga per la primavera-estate 2018 Sat, 30 Dec 2017 13:35:30 +0000 http://www.fashionblog.it/post/560727/la-campagna-uomo-di-balenciaga-per-la-primavera-estate-2018 http://www.fashionblog.it/post/560727/la-campagna-uomo-di-balenciaga-per-la-primavera-estate-2018 Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Balenciaga ha presentato gli scatti della campagna di moda uomo per la collezione maschile della prossima primavera-estate 2018: la casa di moda francese ha presentato la sua linea di moda uomo con uno stile davvero particolare, con uomini che vestono i trend della prossima stagione calda e anche dei bambini, per far esordire anche il brand di childrenswear del gruppo fashion.

Una campagna semplice, anche un po' troppo fredda se andiamo ben a guardare le immagini che sono state proposte per presentare al mondo intero la moda maschile e per bambini del noto fashion brand, forse un po' troppo fredda per trattare una collezione pensata per la stagione calda che verrà. Sarà forse il nuovo corso del brand, che ha annunciato recentemente che a partire dall'autunno 2018 presenterà la moda uomo e la moda donna insieme.

Via | Fashionista

PROSEGUI LA LETTURA

La campagna uomo di Balenciaga per la primavera-estate 2018 é stato pubblicato su Fashionblog.it alle 14:35 di Saturday 30 December 2017

]]>
0
Come accudire un gattino orfano dal punto di vista comportamentale Sat, 30 Dec 2017 09:00:19 +0000 http://www.petsblog.it/post/138350/come-accudire-gattino-orfano-punto-vista-comportamentale-veterinario-petsblog http://www.petsblog.it/post/138350/come-accudire-gattino-orfano-punto-vista-comportamentale-veterinario-petsblog Dottoressa Veterinaria Manuela Dottoressa Veterinaria Manuela

Gattino

Gattino orfano – Quando si parla di gattini orfani si tende a concentrarsi su cosa dargli da mangiare (e cosa non dargli), ogni quanto devono mangiare, come fargli fare i bisognini, come tenerli al caldo... tuttavia dovremmo pensare anche a come accudire un gattino orfano dal punto di vista comportamentale. Ci sono determinati accorgimenti che dovremmo prendere quando stiamo allevando un gattino orfano proprio per garantire il corretto accrescimento psicologico del micino in modo da evitare errori che possono condurre a patologie comportamentali.

Accudire un gattino orfano: 0-15 giorni

Ecco cosa fare con gattini di età compresa fra 0 e 15 giorni:

  • la frequenza di allattamento col biberon varia a seconda dell'età, ma rispettando il ritmo sonno/veglia bisogna dargli da mangiare ogni 2-3 ore, giorno e notte per i primi giorni
  • bisogna evitare che il latte preso dal biberon gli vada di traverso
  • bisogna mettere una fonte di calore (di solito una borsa dell'acqua calda va bene, ma assicuratevi che sia calda e che sia avvolta da un telo di cotone per evitare ustioni)
  • bisogna stimolare la defecazione e l'urinazione più volte al giorno massaggiando l'ano e l'area dei genitali
  • bisogna accarezzare i gattini cercando di imitare le leccate che gli avrebbe dato la madre
  • bisogna tenere il gattino a contatto col corpo più volte durante l'arco della giornata
  • se possibile, bisogna arricchire progressivamente l'ambiente in modo da garantire il contatto con sensazioni visive, tattili e sonore differenti

Accudire un gattino orfano: 16-30 giorni

Con gattini di età compresa fra i 16 e i 30 giorni bisogna:

  • a questa età, quando chiamano per il cibo non accorrete subito: aspettate qualche minuto fra la richiesta di cibo e il biberon
  • continuate ad accarezzarli simulando la leccata materna
  • continuate ad arricchire l'ambiente
  • si possono lasciare da soli per massimo qualche ora durante la giornata
  • fateli entrare a contatto con le persone
  • se avete gatti buoni, sani e socievoli, potete farli venire a contatto in modo che abbiano un esempio felino equilibrato da seguire

Accudire un gattino orfano: 31-50 giorni

Con gattini di età compresa fra i 31 e i 50 giorni conviene:

  • bisogna insegnargli l'inibizione del morso e del graffio: quando gioca tirando fuori le unghie o mordendo, bisogna subito interrompere il gioco, non gesticolate e cercate di tranquillizarlo
  • arricchite sempre l'ambiente
  • fategli incontrare le persone
  • continuate a farlo socializzare con gatti buoni, sani e socievoli
  • ripetete sempre il comportamento di leccata materna
  • cominciate ad insegnargli ad usare la lettiera: dopo che si sono svegliati dal pisolino o dopo che hanno mangiato, metteteli nella lettiera, facendogli vedere come si usa scavando nella sabbietta

Accudire un gattino orfano: 51-90 giorni

Con gattini di età fra i 51 e i 90 giorni:

  • arricchite sempre l'ambiente per stimolare la sua mente e non farlo annoiare
  • fatelo venire a contatto con le persone
  • continuate ad insegnargli dove deve sporcare correttamente
  • giocate con lui, ma dando la priorità ai giochi di calma e evitando giochi dove si eccita troppo mordendo e graffiando
  • non state sempre con lui, insegnategli a giocare anche da solo e a trascorrere la giornata non dormendo tutto il giorno su di voi, è importante che impari il giusto distacco

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | 7928423@N07

PROSEGUI LA LETTURA

Come accudire un gattino orfano dal punto di vista comportamentale é stato pubblicato su Petsblog.it alle 10:00 di Saturday 30 December 2017

]]>
0
Il tronchetto di Capodanno da fare con il Bimby, la ricetta last minute Sat, 30 Dec 2017 07:30:08 +0000 http://www.gustoblog.it/post/208533/tronchetto-capodanno-bimby-ricetta http://www.gustoblog.it/post/208533/tronchetto-capodanno-bimby-ricetta roberta roberta

Tronchetto da fare con il bimby

Chiamare il tronchetto di Capodanno una ricetta last minute forse non è del tutto corretto, perché nonostante il grande aiuto che ci dà il Bimby in rapidità e semplicità, si tratta comunque di una preparazione lunga e laboriosa. Ma il risultato ne vale la pena, non c’è dolce confezionato che tenga né modo migliore per accogliere il 2018.

Ingredienti



    230 g di cioccolato fondente
    170 g di zucchero
    80 g di farina
    40 g di fecola di patate
    5 uova
    290 g di panna fresca
    60 g di burro
    2 limoni bio, la scorza grattugiata
    sale q.b.
    zucchero a velo

Preparazione


Inserite nel boccale del Bimby le scorze dei limoni e 120 g di zucchero, quindi polverizzate per 10 sec a vel 9, poi unite 5 tuorli d’uovo (tenendo da parte gli albumi), inserite la farfalla e montate per 8 minuti a vel 4.

Unite la farina e la fecola di patate, quindi mescolate per 30 sec a vel 4 e tenete da parte. Nel frattempo montate gli albumi a neve nel boccale ben pulito, aggiungendo un pizzico di sale e facendo andare per 2 minuti a vel 3. Incorporate delicatamente gli albumi a neve al composto che verserete in una teglia da forno rettangolare foderata, livellandolo con una spatola.

Intanto preparate la crema di cioccolato tritando nel boccale 230 g di cioccolato per 8 sec a vel 9 e tenete da parte. Sempre nel boccale unite burro, zucchero e panna e scaldate per 5 minuto a 80° e vel 1. Unite il cioccolato e fate andare un altro minuto.

A questo punto fate freddare per 10 minuti a temperatura ambiente e poi per un altro quarto d’ora in frigorifero. Appena la pasta biscotto sarà cotta, sfornatela, capovolgetela su carta forno cosparsa di zucchero e arrotolatela su se stessa lasciandola freddare.

Inserite la farfalla nel boccale e montate la crema per 8 minuti a vel 4, poi ancora in frigorifero per una mezz’ora. Quindi srotolate la pasta biscotto, spalmate sopra metà della ganache al cioccolato lasciando libero 1 cm di pasta lungo i bordi e arrotola nuovamente sigillando con la carta forno. Tenete in frigorifero ancora 30 minuti.

Togliete dal frigo, ponete il tronchetto su un vassoio, tagliate in diagonale le due estremità e disponetele accanto al rotolo stesso, a formare i due piccoli ceppi laterali di un tronco.Coprite con la restante ganache al cioccolato disponendola bene con una spatola per coprire tutto il tronco.

Infine, conservate ancora mezz’ora in frigo, poi, al momento di servire, decorate con zucchero a velo.

PROSEGUI LA LETTURA

Il tronchetto di Capodanno da fare con il Bimby, la ricetta last minute é stato pubblicato su Gustoblog.it alle 08:30 di Saturday 30 December 2017

]]>
0
La video ricetta dei mini burger di carne da cuocere al microonde Sat, 30 Dec 2017 07:15:33 +0000 http://www.gustoblog.it/post/208646/mini-burger-carne-ricetta-video http://www.gustoblog.it/post/208646/mini-burger-carne-ricetta-video SerenaVasta SerenaVasta

I mini burger di carne sono un secondo veloce e semplice che potete cuocere nel forno a microonde, una cottura senza grassi e veloce per fare dei panini da gustare a cena oppure per un pranzetto veloce. Nella video ricetta trovate le istruzioni, passo dopo passo, per portare in tavola questi deliziosi mini burger.

Ingredienti


    600 gr di carne macinata
    1 uovo
    60 gr di pangrattato
    20 ml di latte
    50 gr di parmigiano
    Noce moscata
    Sale
    Olio extravergine di oliva

mini burger di carne

I mini burger di carne sono davvero buonissimi e sono perfetti anche da preparare insieme ai bambini, con loro potete poi fare dei panini e condirli con formaggio, kechup e maionese, come quelli dei fast food. Guardate il video e scoprite con noi come fare questo piatto.

PROSEGUI LA LETTURA

La video ricetta dei mini burger di carne da cuocere al microonde é stato pubblicato su Gustoblog.it alle 08:15 di Saturday 30 December 2017

]]>
0
Pasta di sale, i libri per imparare le migliori tecniche Fri, 29 Dec 2017 19:54:46 +0000 http://www.pinkblog.it/post/348835/pasta-di-sale-i-libri-per-imparare-le-migliori-tecniche http://www.pinkblog.it/post/348835/pasta-di-sale-i-libri-per-imparare-le-migliori-tecniche Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Pasta di sale

La pasta di sale è un ottimo materiale per realizzare mille progetti diversi: è perfetta sia per i grandi sia per i piccini, perché è sicura e permette a tutti quanti di esprimere fantasia e creatività con una pasta modellabile che è anche molto economica, perché si fa in casa con pochi semplici ingredienti (qui la nostra ricetta per la pasta di sale fatta in casa).

Ecco una serie di libri sulla pasta di sale da acquistare per imparare cose sempre nuove:

Foto | da Flickr di inpigiama

PROSEGUI LA LETTURA

Pasta di sale, i libri per imparare le migliori tecniche é stato pubblicato su Pinkblog.it alle 20:54 di Friday 29 December 2017

]]>
0