it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Thu, 21 Sep 2017 12:05:45 +0000 Thu, 21 Sep 2017 12:05:45 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Aggredisce 18enne e gli punta la pistola alla tempia Thu, 21 Sep 2017 07:57:53 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586860/verona-aggressione-porta-nuova-video http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586860/verona-aggressione-porta-nuova-video Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Aggressione in pieno giorno nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova. I fatti sono stati immortalati dal video realizzato da una persona che si trovava in uno degli autobus fermi nel piazzale.

Quella che in un primo momento sembrava un'animata discussione tra due cittadini stranieri si trasforma in una lite: uno dei due, uno srilankese di 23 anni, prende a calci e pugni un connazionale di 18. Ad un certo punto il 23enne estrae una pistola e la punta alla tempia della sua vittima, poi si allontana.

In quei momenti, nessuno dei tanti cittadini presenti chiama la polizia per denunciare l'accaduto.

È il ragazzo aggredito ad allertare le forze dell'ordine che, anche grazie al video, rintracciano poco dopo il 23enne in Viale Palladio.

L'aggressore oppone resistenza e ferisce due agenti in modo non grave, poi deve arrendersi e finisce in manette: dovrà rispondere di tentata rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

L'Arena di Verona riporta che l'arma utilizzata per minacciare il connazionale si è poi rivelata una pistola ad aria compressa modificata e potenziata.

Video: FB Tacticalife

PROSEGUI LA LETTURA

Aggredisce 18enne e gli punta la pistola alla tempia é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 09:57 di Thursday 21 September 2017

]]>
0
I genitori di Yara Gambirasio da Papa Francesco Thu, 21 Sep 2017 08:32:50 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586869/yara-gambirasio-genitori-ricevuti-da-papa-francesco http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586869/yara-gambirasio-genitori-ricevuti-da-papa-francesco Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Fulvio Gambirasio e Maura Panarese, genitori di Yara Gambirasio, sono stati ricevuti qualche giorno fa in Vaticano da Papa Francesco.

L'incontro è avvenuto lo scorso weekend a Casa Santa Marta, residenza di Bergoglio: è stata una visita privata, della quale non sono filtrate foto né ci sono state dichiarazioni pubbliche.

È stato L'Eco di Bergamo, giornale che ha raccontato con estrema attenzione tutte le fasi del caso di cronaca, a dare la notizia dell'incontro. "Un colloquio programmato probabilmente da tempo, ma sempre mantenuto riservato, mai annunciato o divulgato", si legge.

Il quotidiano bergamasco sottolinea la discrezione che è propria dei genitori di Yara: "Una discrezione, un silenzio che ha sempre accompagnato la quotidianità dei Gambirasio. Nulla è trapelato dell’incontro, né di quanto Papa Francesco ha voluto dire alla coppia".

Papa Francesco ha voluto così mostrare tutta la sua vicinanza e l'affetto per i coniugi che hanno perso la figlia 7 anni fa. Era il 26 novembre 2010 quando si registrò la scomparsa della 13enne Yara Gambirasio, uscita dal centro sportivo di Brembate di Sopra e mai più ritornata a casa.

Il corpo della ragazza fu ritrovato il 26 febbraio 2011 a 10km di distanza, in un campo a Chignolo d'Isola. Dopo lunghe e difficili indagini, la svolta avvenne il 16 giugno 2014, con l'arresto di Massimo Bossetti. Il processo in primo grado terminò il 1° luglio 2016 con la condanna all'ergastolo per il muratore di Mapello. Il processo di appello si concluse il 17 luglio di quest'anno, con la conferma della sentenza del primo grado di giudizio.

PROSEGUI LA LETTURA

I genitori di Yara Gambirasio da Papa Francesco é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:32 di Thursday 21 September 2017

]]>
0
È morto suicida l'uomo che ha sparato alla 15enne Wed, 20 Sep 2017 17:42:16 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586848/ischitella-foggia-morto-suicida-luomo-che-ha-sparato-alla-15enne http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586848/ischitella-foggia-morto-suicida-luomo-che-ha-sparato-alla-15enne Daniele P. Daniele P.

Il presunto aggressore della 15enne di Ischitella, in provincia di Foggia, è stato identificato dalle forze dell'ordine. Si tratta del 37enne Antonio Di Paola, trovato morto questo pomeriggio nelle campagne di Callone, alle porte di Ischitella.

L'uomo, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, si è tolto la vita con la stessa arma usata questa mattina per sparare alla 15enne, raggiunta al volto da un colpo e attualmente ricoverata in ospedale in condizioni disperate.

Di Paola conosceva la 15enne. Come trapelato già in mattinata, il 37enne era l'ex compagno della madre della giovanissima, già denunciato due volte in questo ultimo periodo. La donna si era trasferita in Toscana proprio per sfuggire a quell'uomo violento, mentre la 15enne era in affido dai nonni materni ed era quindi rimasta a Ischitella.

Questa mattina, poco dopo la tragedia, la madre della 15enne si è era sfogata via Facebook con un lungo post in cui, oltre ad accusare il 37enne, ha puntato il dito contro i propri genitori e con gli assistenti sociali di Ischitella:

Spero che ti ammazzi bastardo lurido. Te la prendi con una ragazza di soli 15 anni, sei un rifiuto umano. [...] I miei figli erano in affidamento ai miei ed io ho avvertito che sarebbe successo qualcosa, nessuno mi ha dato retta. Io non c'ero, ma i miei che li avevano in affido dov'erano? Non doveva prendere il pullman visto che c'erano delle denunce in corso, ma dovevano accompagnarla loro a scuola. [...] E l'assistente sociale del Comune di Ischitella che mi aveva assicurata che dai miei stavano benissimo? Complimenti! L'avevo supplicata di portarli in un altro posto perché sapevo che sarebbe successo tutto questo. Non mi ha ascoltato, anzi ha detto: 'Stanno bene dove stanno'. Ora mia figlia è in coma farmacologico. Mio Dio ti prego aiuta la mia unica stella, era l'unica figlia femmina che ho. Ti prego, ti prego, ti prego. Mio Dio! Ascolta la mia preghiera. Sono disperata, lei non c'entrava nulla.

La 15enne lotta tra la vita e la morte agli Ospedale Riuniti di Foggia.

ospedali-riuniti-foggia.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

È morto suicida l'uomo che ha sparato alla 15enne é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 19:42 di Wednesday 20 September 2017

]]>
0
Rapina una farmacia: arrestato "Rocky Mannaia" - video Wed, 20 Sep 2017 15:43:41 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586840/rocky-mannaia-video-arrestato-roma http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586840/rocky-mannaia-video-arrestato-roma Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Le cronache romane registrano ancora una volta una notizia relativa a "Rocky Mannaia", un rapinatore che si è conquistato questo soprannome visti i numerosi atti criminali compiuti nella sua lunga e non certo onorata carriera iniziata nel 1997.

L'uomo, un 56enne romano, era uscito da pochi giorni dal carcere ma ha ricominciato subito a delinquere, scegliendo come obiettivo una farmacia nel quartiere di Torre Spaccata, a Roma.

Armato di coltello, l'uomo è entrato nel negozio situato in via Pietro Romano minacciando personale e clienti.

Proprio in quei momenti una pattuglia dei Carabinieri si trovava in zona. I militari hanno notato che era in corso la rapina e hanno deciso, per non mettere a rischio l'incolumità delle persone all'interno della farmacia, di aspettare il ladro all'esterno.

Appena "Rocky Mannaia" è uscito con il bottino, la sua fuga è stata subito interrotta dai carabinieri che l'hanno disarmato e condotto nel carcere di Regina Coeli.

Il denaro rubato è stato restituito ai legittimi proprietari.

PROSEGUI LA LETTURA

Rapina una farmacia: arrestato "Rocky Mannaia" - video é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 17:43 di Wednesday 20 September 2017

]]>
0
Termovalvole per i caloriferi obbligatorie: le multe Thu, 14 Sep 2017 09:42:28 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122256/termovalvole-ai-termosifoni-obbligatorie http://www.soldiblog.it/post/122256/termovalvole-ai-termosifoni-obbligatorie re.mar. re.mar.

termovalvole ai termosifoni

Termovalvole ai termosifoni obbligatorie, controlli al via. L'obbligo di installare valvole termostatiche sui caloriferi è in vigore da luglio 2017 per i condominii con riscaldamento centralizzato. Questo significa che a breve partiranno anche i controlli.

L’obbligo deriva dall'applicazione dalla direttiva UE 2012/27 e permetterebbe di tagliare i costi del riscaldamento domestico di oltre il 20%. Ma qual è la sanzione per chi non rispetta l'obbligo? Una super multa da 500 a 2500 euro per ogni casa sfornita di termovalvole ai termosifisoni.

Intanto le associazione di tutela dei consumatori chiedono una proroga dell'obbligo si installazione: "Le associazioni di categoria stimano che un 20-30% dei condomini italiani non abbiano ancora aggiornato il proprio impianto di riscaldamento".

"Magari l'assemblea condominiale ha approvato la delibera dei lavori, ma l'effettiva esecuzione è ancora da realizzare" aggiunge. L'autunno è alle porte e molti edifici non si sono ancora adeguati. Chiediamo, quindi, al ministero dello Sviluppo Economico di intervenire subito con una proroga" afferma il presidente nazionale del Movimento Difesa del Cittadino, avvocato Francesco Luongo.

Il costo di una valvola termostatica può arrivare anche a 100 euro, con possibili nuovi rincari dietro l'angolo come annunciato dalle associazione dei consumatori.

PROSEGUI LA LETTURA

Termovalvole per i caloriferi obbligatorie: le multe é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 11:42 di Thursday 14 September 2017

]]>
0
Stanze in affitto: dove si paga di più? Wed, 13 Sep 2017 06:54:41 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122235/stanze-in-affitto-prezzi-114-citta-dove-si-paga-di-piu http://www.soldiblog.it/post/122235/stanze-in-affitto-prezzi-114-citta-dove-si-paga-di-piu re.mar. re.mar.

prezzi stanze in affitto

Cattive notizie per gli studenti fuori sede: il prezzo medio di una stanza in affitto sale a 343 euro dai 308 euro medi del 2016, per un aumento dell’11,4% quest’anno.

A far alzare i prezzi delle stanze in affitto è stata la crescita della domanda di house sharing che nel 2017 registra un +28% rispetto allo scorso anno secondo il rapporto annuale sulle case in condivisione redatto da idealista.it, il sito specializzato in annunci immobiliari.

L'aumento dei prezzi è relativo alle grandi città in cui l’house sharing è più diffuso: Milano +9,2% rispetto all'anno scorso; Napoli +7,2% e Roma +5,2% anche se la crescita maggiore dei prezzi delle stanze in affitto 2017 si è avuta a Bologna (+17,7%) e Siena (+11,7%).

Milano è comunque la città dove affittare una stanza costa in assoluto di più, con la bellezza di 450 euro di media, seguita da Roma, 407 euro, Firenze, 363 euro, e Bologna con 352 euro. Molto più economico prendere una stanza una affitto a Lecce, 182 euro al mese, o a Reggio Calabria, per 183 euro medi al mese.

PROSEGUI LA LETTURA

Stanze in affitto: dove si paga di più? é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 08:54 di Wednesday 13 September 2017

]]>
0
Pensione delle mamme, Boeri: niente scorciatoie Wed, 13 Sep 2017 10:50:24 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122244/pensione-delle-mamme-boeri-niente-scorciatoie http://www.soldiblog.it/post/122244/pensione-delle-mamme-boeri-niente-scorciatoie re.mar. re.mar.

pensione mamme

Requisiti di età e pensione delle donne lavoratrici e mamme: meglio se resta tutto com’è. Niente "scorciatoie", meglio "evitare" di intervenire, con un ritocco al ribasso, sui requisiti anagrafici per la "pensione mamme". La bocciatura arriva dal numero uno dell’Inps Tito Boeri: l’importo dell’assegno sarebbe più basso.



L’ipotesi circolata tra governo e sindacati di un taglio dei requisiti di età per l'accesso alla pensione per le lavoratrici con figli, non piace a Boeri anche perché il datore di lavoro potrebbe approfittarne e"sfruttare la possibilità di fare uscire anticipatamente le donne con figli per ridurre la forza lavoro, obbligandole a prendere una pensione molto bassa per il resto della loro vita".

Pensione mamme: niente scorciatoie

Accorciare l’eta per l’accesso alle pensione mamme secondo il presidente dell’Istituto nazionale di previdenza, come riferisce l’Ansa, comporterebbe due rischi: andare in pensione con pochi contributi, e quindi in un sistema pienamente contributivo con un assegno decisamente basso, introdurre una discriminazione tra donne che hanno avuto figli e altre che non ne hanno avuti. Boeri ha poi sottolineato, intervenendo al Forum nazionale Valore D, che il problema per le donne lavoratrici è che sono "frequenti le discontinuità nella carriera lavorativa" discontinuità che creano pensioni "molto basse".

PROSEGUI LA LETTURA

Pensione delle mamme, Boeri: niente scorciatoie é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 12:50 di Wednesday 13 September 2017

]]>
0
Maria Boschi inaugura la scuola di Arquata del Tronto Wed, 20 Sep 2017 13:43:10 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586822/inaugurazione-scuola-arquata-del-tronto-ministro-boschi http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586822/inaugurazione-scuola-arquata-del-tronto-ministro-boschi Alessandro Guerra Alessandro Guerra


È stata inaugurata questa mattina la nuova scuola di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), cittadina colpita dal terremoto del 24 agosto 2016 e dalle successive scosse.

La scuola è frutto delle donazioni giunte alla Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi. Presenti alla cerimonia il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci, il sottosegretario della presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, il commissario alla ricostruzione Paola De Micheli, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il presidente della Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi Lodovico Passerin d'Entreves.

Il primo cittadino di Arquata, prendendo spunto dalla pioggia scrosciante di questa mattina, ha dichiarato: "Dalle nostre parti si dice 'sposa bagnata, sposa fortunata'. Noi diciamo 'scuola bagnata, scuola fortunata'. Abbiamo bisogno di fortuna perché quest'anno ci è capitato di tutto".

Maria Elena Boschi, protagonista del taglio del nastro, ha voluto tranquillizzare tutti sulla presenza del Governo: "Noi ci saremo sempre, con la commissaria De Micheli che prosegue il lavoro fatto da Errani, con l'impegno del governo tutto, quello personale di ciascuno di noi, con il sistema della Protezione Civile. Non lasceremo sola la popolazione di Arquata né quella degli altri territori colpiti dal terremoto".

Il sottosegretario ha aggiunto che "le risorse ci sono, si tratta di velocizzare ulteriormente le procedure della ricostruzione", spiegando poi che tutto il lavoro va fatto in stretto contatto con gli enti locali: "Con i presidenti delle Regioni e i rappresentanti dei Comuni ci vediamo settimanalmente per valutare lo stato e per le macerie. Ci siamo e continueremo ad esserci".

Foto: Facebook Maria Elena Boschi

PROSEGUI LA LETTURA

Maria Boschi inaugura la scuola di Arquata del Tronto é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:43 di Wednesday 20 September 2017

]]>
0
Incidente bus Erasmus Spagna, archiviata la causa Wed, 20 Sep 2017 08:28:07 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586771/incidente-bus-erasmus-spagna-processo http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586771/incidente-bus-erasmus-spagna-processo Alessandro Guerra Alessandro Guerra

I

È stata di nuovo archiviata in Spagna la causa contro l'autista del bus che è uscito di strada provocando la morte di 13 studentesse Erasmus, tra cui 7 italiane.

I fatti avvennero il 20 marzo 2016 sull'autostrada A7, che collega Valencia e Barcellona, all'altezza della località di Freginals.

Il gip di Amposta, nella regione della Catalogna, ha rilevato la mancanza di indizi sufficienti per procedere con una causa penale contro l'autista, rinviando le parti alla causa civile. Ancora non sono state diffuse in dettaglio le motivazioni adottate del giudice.

L'uomo alla guida dell'autobus, uno spagnolo di 62 anni, aveva dichiarato di aver riposato sufficientemente nella precedente pausa in un'area di servizio, affermando che l'incidente fu causato dalla pioggia.

I genitori delle ragazze uccise nell'incidente non si arrendono e annunciano ricorsi.

Il padre di Serena Saracino ha detto: "Sembra che nessuno sia responsabile di ciò che accade sulle loro strade. Ora aspettiamo di capire il perché di questa decisione". La mamma di Elisa Valent, Anna Bedin, rivolge un appello al Papa, al presidente Mattarella e al presidente del consiglio Gentiloni: "Tutti ci sono stati vicino e speriamo continuino a farlo e che ci aiutino anche questa volta".

Dopo l'archiviazione della causa, si è mosso anche il governo italiano: il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha scritto al suo omologo spagnolo, Rafael Català. Orlando ha espresso il "rammarico delle famiglie delle vittime dell'incidente stradale in cui hanno perso la vita le studentesse Erasmus italiane" e ha auspicato "che ci sia ancora la possibilità di chiarire quali siano state le cause e le circostanze dell'incidente".

Le sette ragazze italiane che hanno perso la vita nell'incidente sono Elisa Valent, Valentina Gallo, Elena Maestrini, Lucrezia Borghi, Elisa Scarascia Mugnozza, Serena Saracino e Francesca Bonello.

PROSEGUI LA LETTURA

Incidente bus Erasmus Spagna, archiviata la causa é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:28 di Wednesday 20 September 2017

]]>
0
Truffa a Capri: comprati gioielli per 125.000 euro Wed, 20 Sep 2017 12:28:36 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586811/capri-furto-gioielleria-carta-di-credito-clonata http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/586811/capri-furto-gioielleria-carta-di-credito-clonata Alessandro Guerra Alessandro Guerra


Bloccata dalla polizia una coppia di "insospettabili" inglesi che si è resa protagonista a Capri di una truffa dal valore di 125mila euro.

I due, un uomo di 35anni e la compagna di 23, si erano recati in una nota gioielleria dell'isola per comprare numerosi oggetti di valore. Al momento del pagamento, la coppia aveva utilizzato una carta di credito American Express e le transazioni erano andate a buon fine.

A quel punto iniziava la fuga dei due. Immediatamente però il gestore della carta ha contattato il gioielliere spiegando che gli acquisti appena effettuati erano stati fatti con un carta di credito clonata.

I poliziotti sono riusciti a individuare i truffatori poche ore dopo: la 23enne è stata bloccata quando era ritornata nella strada dello shopping per effettuare altri "acquisti", mentre il complice è stato fermato mentre era al porto e stava per prendere il traghetto per Napoli.

I due avevano con sé la refurtiva, che comprendeva cinque Rolex, orecchini, anelli e un bracciale.

La coppia britannica, che soggiornava in un noto albergo dell'isola, è stata denunciata a piede libero con l'accusa di truffa aggravata.

Foto da Wikipedia (autori: Elenagm, Tango7174, Paolo Costa, Joergsam)

PROSEGUI LA LETTURA

Truffa a Capri: comprati gioielli per 125.000 euro é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 14:28 di Wednesday 20 September 2017

]]>
0
Sindrome di Treacher-Collins: sintomi e trattamenti Wed, 20 Sep 2017 13:30:11 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571861/sindrome-di-treacher-collins-sintomi-e-possibili-trattamenti http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571861/sindrome-di-treacher-collins-sintomi-e-possibili-trattamenti Maria Vasta Maria Vasta

Sindrome di Treacher Collins

La sindrome di Treacher Collins è una malattia rara nota anche con il nome di sindrome di Franceschetti-Klein. Si tratta di una condizione che provoca delle evidenti malformazioni alla faccia, e che può colpire un bambino su 25.000/50.000. Questa condizione viene trasmessa dai geni di uno dei due genitori (con trasmissione “autosomica dominante”), e non presenta alcuna prevalenza per sesso o zona geografica.

I sintomi della Sindrome di Treacher Collins

Come abbiamo detto, questa malattia provoca delle malformazioni facciali evidenti. I bambini affetti da tale condizione avranno le orecchie piegate, molto piccole o del tutto inesistenti. Presenteranno inoltre problemi all’udito o completa sordità nell’orecchio colpito dalla malattia. Si noteranno malformazioni anche agli occhi (che appariranno posizionati nella parte esterna del viso e rivolti verso il basso, la bocca apparirà più larga rispetto al normale, per via del contrasto con la mandibola, che sarà invece poco sviluppata.

Il paziente avrà inoltre problemi durante la masticazione, e alla nascita potrà presentare una schisi palatina, ovvero una fessura al palato, provocata dall’arresto nello sviluppo dell’embrione, che potrebbe rendere necessario nutrire il bambino attraverso un sondino naso gastrico. Il paziente potrà inoltre presentare dei problemi respiratori, provocati dalle malformazioni.

Sindrome di Treacher Collins: i trattamenti

Attualmente non esistono purtroppo dei trattamenti risolutivi per chi soffre della Sindrome di Treacher Collins, ma è tuttavia possibile migliorare l’udito, l’alimentazione e la respirazione dei pazienti mediante degli interventi. Anche l’aspetto del paziente potrà essere migliorato attraverso degli interventi di chirurgia plastica, alcuni dei quali dovrebbero essere effettuati prima della pubertà, in modo da permettere un migliore sviluppo del viso del bambino.


via | InRan

PROSEGUI LA LETTURA

Sindrome di Treacher-Collins: sintomi e trattamenti é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 15:30 di Wednesday 20 September 2017

]]>
0
10 farmaci che dovreste sempre avere in casa Wed, 20 Sep 2017 08:00:43 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571836/10-farmaci-che-dovreste-sempre-avere-in-casa http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571836/10-farmaci-che-dovreste-sempre-avere-in-casa Maria Vasta Maria Vasta

Farmaci

Seguire uno stile di vita sano e mangiare bene può senza dubbio aiutarci a proteggere la nostra salute, tuttavia può sempre capitare di dover fare i conti con raffreddori, piccole contusioni e feritine. Per questo motivo è importante avere in casa i farmaci e tutto l’occorrente per i primi trattamenti. Ma quali saranno, oltre a cerotti, borsa del ghiaccio e garze, gli alleati che non dovrebbero mancare nelle nostre case?

Scopriamolo insieme:

  • Disinfettante: in caso di ferita, sarà fondamentale per evitare che questa possa infettarsi
  • Antibatterico: utile per ridurre il rischio di infezione
  • Antidolorifici: per combattere dolori e infiammazioni
  • Pomata antinfiammatoria
  • Decongestionanti nasali
  • Antistaminici
  • Sciroppo per la tosse, per fornire sollievo dalle sensazioni sgradevoli nella gola
  • Antiacido: utile per neutralizzare gli effetti dannosi dell’acidità e favorire la digestione
  • Farmaci antidiarroici
  • Farmaci antipiretici, per abbassare la febbre

Come abbiamo detto, questi sono solo alcuni dei farmaci essenziali che dovrebbero trovarsi nell'armadietto del pronto soccorso della vostra casa. Prima di acquistarli, chiedete un consiglio al vostro medico, in modo che possa indicarvi i farmaci più adatti in base alle vostre esigenze.

Detto ciò, è comunque importante ricordare che quelli elencati sono farmaci impiegati per una prima linea di trattamento, e che se la malattia dovesse persistere, non è raccomandato proseguire con l'auto-medicazione, ma sarà opportuno recarsi dal medico per avere una corretta diagnosi e un trattamento più adeguato.

via | TheHealthSite

PROSEGUI LA LETTURA

10 farmaci che dovreste sempre avere in casa é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 10:00 di Wednesday 20 September 2017

]]>
0
Test di medicina 2017-2018: i risultati Wed, 20 Sep 2017 06:32:36 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571547/test-di-medicina-2017-2018 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571547/test-di-medicina-2017-2018 Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Empty lecture theater

20 settembre 2017

Pubblicati, rigorosamente in forma anonima, i risultati del Test di Medicina 2017-2018 per accedere alle facoltà italiane di Medicina e di Chirurgia. Il punteggio più alto appartiene a uno studente che ha fatto il test a Milano: questo futuro medico, infatti, lo scorso 5 settembre ha totalizzato il punteggio più alto al test di ingresso di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria, prendendo 88,5, sbagliando solo una domanda. Ha fatto il test all'Università degli Studi di Milano.

Dietro di lui, quattro ex aequo tra Padova e Udine e a seguire gli studenti di Bologna, Siena, Padova. Al momento sono state pubblicate le graduatorie con il codice alfanumerico ricevuto il giorno del test su Universitaly.it, mentre per attenere le graduatori complete di nomi, sempre sullo stesso portale, bisognerà aspettare il 3 ottobre.

Quest'anno hanno partecipato 60.038 aspiranti matricole, su 66.907 domande pervenute: gli idonei, che hanno totalizzato più dei 20 punti minimi necessari per la graduatoria nazionale e la distribuzione dei posti, sono 52.389, l’87,26% del totale.

Via | Corriere

(p.c.)

Le proteste degli studenti

05 settembre 2017

Oggi si svolgono negli atenei italiani Test di Medicina per l'anno accademico 2017-2018: sono tantissimi i candidati che affrontano in questa giornata l'esame per accedere alle facoltà di Medicina e Chirurgia. Solo un candidato su sette potrà accedere ai corsi: i candidati sono 66.907 (erano 62.695 nel 2016). Oggi, martedì 5 settembre, è in programma la prova per Medicina e Chirurgia, mentre il 14 per Medicina e Chirurgia in inglese.

Come ogni anno non sono mancate le proteste degli studenti. La rete "Link - Coordinamento universitario" ha contestato con presidi e flash mob davanti ai più importanti atenei italiani le modalità di svolgimento dei test di ingresso di medicina. A Roma la manifestazione si è tenuta davanti alla Sapienza. Andrea Torti spiega le motivazioni della protesta:

Quest'anno Medicina ha visto un nuovo taglio - spiega il coordinatore Andrea Torti -, da 9224 a 9100 posti. La progressiva riduzione del numero dei posti è inaccettabile e va a ledere ulteriormente il diritto allo studio, già colpito da un test assolutamente iniquo.

Francesca Picci, coordinatrice nazionale dell'Unione degli studenti, protesta contro il numero chiuso:

I test non valutano realmente la preparazione, ma vogliono selezionare e ridurre in numero i futuri studenti universitari e la sentenza di Milano sul numero chiuso a Studi umanistici dimostra che la selezione all'ingresso è ingiusta e va abolita. Servono assunzioni e finanziamenti per garantire il diritto costituzionalmente sancito di accedere ai gradi più alti degli studi.

(p.c.)

Via | Repubblica

Vademecum per i candidati del Test di medicina 2017-2018

03 settembre 2017

Il 5 settembre 2017 si terrà il Test di Medicina 2017-2018 (mentre il test di medicina in inglese sarà il 14 settembre): saranno più di 66mila i candidati per poco più di 9mila posti. Solamente 1 su 7 entrerà in facoltà per poter studiare medicina. Il network legale Consulcesi, con il suo sportello virtuale, non solo vigila sulle prove, ma dà anche utili consigli per chi dovrà affrontare questo esame impegnativo.


  1. Per ripassare all'ultimo minuto, ridate un'occhiata ai manuali e consultate prove e simulazioni online.

  2. Organizzate dei gruppi di ripasso: il confronto è sempre ottimo consigliere.

  3. Mettetevi alla prova realmente, senza libro o suggerimenti: così da arrivare preparati.

  4. La mancata sottoscrizione della scheda anagrafica l'anno scorso ha causato l'annullamento delle prove e ricorsi: date sempre un'occhiata.

  5. Attenzione al foglio delle risposte: non deve essere segnato o scarabocchiato, meglio prendere appunti da parte.

  6. Leggete tutto il questionario in 2 minuti.

  7. Rispondete prima ai quesiti di cui siete sicuri.

  8. Impiegate al massimo 1 minuto e 40 secondi per ogni domanda.

(p.c.)

PROSEGUI LA LETTURA

Test di medicina 2017-2018: i risultati é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 08:32 di Wednesday 20 September 2017

]]>
0
Lenti a contatto: 5 consigli per proteggere la vista Tue, 19 Sep 2017 14:17:18 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571379/lenti-a-contatto-5-consigli-per-proteggere-la-vista http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/571379/lenti-a-contatto-5-consigli-per-proteggere-la-vista Andrea Butkovič Andrea Butkovič

lenti a contatto

L'uso delle lenti a contatto è ormai un'abitudine molto diffusa per milioni di persone. Esistono lenti a contatto di vario tipo in commercio, capaci di risolvere molti problemi di vista, come la molto comune miopia. Ma le lenti a contatto devono essere trattate con particolare cura per proteggere la vista e la salute degli occhi.

Ecco 5 consigli preziosi per usare correttamente le lenti a contatto e proteggere la vista:


  1. Lavarsi sempre le mani prima di utilizzare le lenti a contatto. Si tratta della prima precauzione da prendere, ma anche di quella più importante e che spesso viene sottovalutata da molte persone. Le mani sporche sono un pericoloso veicolo di batteri!

  2. Sciacquare le lenti a contatto sempre e solo con la soluzione salina creata appositamente, non con acqua, saliva o altri liquidi. Le lenti assorbono tutti i batteri! 

  3. Indossa sempre gli occhiali da sole: quando ti esponi alla luce solare, i tuoi occhi devono essere protetti dai raggi uv.

  4. Non usare le lenti a contatto per un periodo superiore a quello indicato: le lenti mantengono il livello di umidità ottimale solo per quel periodo di tempo.

  5. Umidificare e idratare occhi e lenti con lacrime artificiali e soluzioni apposite aiuta a mantenere gli occhi sani!

PROSEGUI LA LETTURA

Lenti a contatto: 5 consigli per proteggere la vista é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 16:17 di Tuesday 19 September 2017

]]>
0