it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Fri, 24 Nov 2017 16:40:19 +0000 Fri, 24 Nov 2017 16:40:19 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Milano: furti a coetanei, fermata baby gang - video Wed, 22 Nov 2017 16:17:49 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588887/baby-gang-milano-furti-video http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588887/baby-gang-milano-furti-video Alessandro Guerra Alessandro Guerra

La Polizia ha identificato e fermato a Milano tre ragazzi facenti parte di una baby gang protagonista di numerosi furti ai danni di coetanei.

Gli abilissimi autori di questi furti erano due minorenni e un neo-maggiorenne. Nel video diffuso dalla polizia (in alto) si vede come approfittavano dei momenti di poca attenzione delle vittime per derubarli, ad esempio in una sala giochi.

La baby gang rubava portafogli e soldi e poi scappava senza farsi notare.


Le rapine accertate sono 19, sempre nel centro di Milano. I furti sono tutti avvenuti tra maggio e ottobre di quest'anno.

Il neo 18enne è stato arrestato mentre gli altri due membri del gruppo criminale sono stati affidati ad una comunità fuori Milano.

PROSEGUI LA LETTURA

Milano: furti a coetanei, fermata baby gang - video é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 17:17 di Wednesday 22 November 2017

]]>
0
Addestratore sbranato da bull terrier: conferma malore Wed, 22 Nov 2017 09:10:19 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588772/aggressione-bull-terrier-rivoli-torino http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588772/aggressione-bull-terrier-rivoli-torino Alessandro Guerra Alessandro Guerra


Aggiornamento 22 novembre 2017 - È stata effettuata ieri l'autopsia sul corpo del 26enne addestratore di cani morto in provincia di Torino mentre stava accudendo il bull terrier di un amico.

L'autopsia, secondo quanto filtrato da media locali, "scagiona" il cane: il giovane sarebbe morto a causa di un malore. Il cane sarebbe intervenuto solo dopo, probabilmente per cercare di aiutare il ragazzo rimasto privo di sensi.

Solo successivamente, quando il decesso era già avvenuto, il cane di nome Sid ha dato dei morsi ai corpi alla testa, al collo, alle braccia e a una gamba del 26enne.

Le lesioni provocate dal cane dunque non avrebbero interessato punti vitali del corpo dell'uomo e - soprattutto - sono state inferte "post mortem".

19 novembre 2017 - La procura di Ivrea sta coordinando le indagini relative alla morte di un giovane addestratore di cani, trovato senza vita ieri in un giardino a Monteu da Po (Torino).

A perdere la vita un 26enne di Rivoli (Torino) che stava accudendo il cane di un amico andato ad un concerto. Il bull terrier, di nome Sid, ha aggredito il giovane, ma al momento non c'è ancora chiarezza sulla causa della morte.

Le ipotesi sono due: secondo la prima, la morte potrebbe essere stata causata dai morsi del cane; la seconda ipotesi è invece quella di un malore precedente all'aggressione da parte dell'animale.

Il personale del 118 ha trovato l'uomo senza vita, con "evidenti lesioni" in diverse parti del corpo, evidentemente provocate dai morsi del cane.

L'addestratore aveva descritto su Facebook il cane che poi lo ha aggredito: "Sid è un cane normale ma con un carattere tosto, tolto troppo presto alla mamma, che purtroppo ha subito un percorso iniziale sbagliato, anche se ora sono sulla giusta strada".

Il cane è stato affidato a un canile di Settimo Torinese.

A intervenire sulla vicenda anche il Codacons: "È indubbio che esistano razze di cani potenzialmente pericolose ed è universalmente riconosciuto che bull terrier, pitbull o rottweiler, per potenza, robustezza, dentatura) possono provocare ferite letali. La cancellazione dell’elenco istituito dal ministero della Salute ha di fatto eliminato qualsiasi obbligo per i proprietari e ogni anno si registrano 70mila aggressioni di cani a danno dell’uomo, + 10% nell’ultimo triennio di morsicature con danni fisici gravi o mortali".

Foto: Wikipedia

PROSEGUI LA LETTURA

Addestratore sbranato da bull terrier: conferma malore é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:10 di Wednesday 22 November 2017

]]>
0
Muore per aneurisma: per i medici era stress Tue, 21 Nov 2017 14:10:58 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588846/roma-14enne-muore-per-aneurisma-per-i-medici-si-trattava-di-stress http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588846/roma-14enne-muore-per-aneurisma-per-i-medici-si-trattava-di-stress Daniele P. Daniele P.

ospedale-sandro-pertini-roma.jpg

Una ragazzina di 14 anni è deceduta a Roma lo scorso 6 novembre a causa di un aneurisma cerebrale che, secondo quanto sostenuto dai familiari della giovanissima, sarebbe stato sottovalutato dai medici del pronto soccorso dell'Ospedale Pertini di Roma che l'avevano visitata, scambiando quei sintomi per dello stress.

A renderlo noto è stato l'avvocato della famiglia, Giuseppe Rombolà, che ha riferito come la giovane si sia sentita male intorno alle 8.30, subito dopo essere entrata a scuola:

E' stata subito chiamata l'ambulanza che in codice giallo ha trasportato la ragazza all'ospedale Pertini. [...] I medici avevano detto che si trattava di stress e solo dopo insistenze fanno una tac dalla quale emerge l'aneurisma.

A quel punto, quando era ormai troppo tardi, la 14enne è stata trasferita in ambulanza all'ospedale Bambino Gesù, dove poco ore dopo è deceduta. Ora, dopo le segnalazioni del caso, la Procura di Roma ha deciso di aprire un fascicolo, al momento a carico di ignoti, per omicidio colposo.

PROSEGUI LA LETTURA

Muore per aneurisma: per i medici era stress é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:10 di Tuesday 21 November 2017

]]>
0
Milano, 5 arresti alle bande dei Rolex Tue, 21 Nov 2017 17:41:04 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588868/milano-5-arresti-alle-bande-dei-rolex http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588868/milano-5-arresti-alle-bande-dei-rolex A.S. A.S.

Le bande del Rolex colpiscono ancora a Milano. Lo schema è sempre lo stesso: uno scooter urta un’auto (soprattutto di grossa cilindrata) colpendo lo specchietto a lato guida. Quando la vittima abbassa il finestrino per sistemarlo, è sorpreso alle spalle da un uomo che gli strappa l’orologio dal polso. Tutto ciò nel giro di una manciata di secondi.

Questa volta a finire in manette sono 5 trasfertisti di Napoli, appartenenti a due bande diverse, tutti con precedenti, che hanno messo a segno oltre dieci colpi. Tra loro in carcere anche due ultras del Napoli, che si sarebbero trasferiti da Napoli a Milano proprio in occasione di partite fuori casa del club partenopeo.

La Squadra mobile, che ha eseguito gli arresti, ha anche scovato un appartamento in affitto a Rozzano, dove, insieme a 3 Rolex rubati c’erano anche cellulari e una ricetrasmittente usata dai rapinatori per comunicare senza correre il rischio di essere intercettati. Nel box, invece, sono stati ritrovati tre scooter e diversi caschi.

PROSEGUI LA LETTURA

Milano, 5 arresti alle bande dei Rolex é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 18:41 di Tuesday 21 November 2017

]]>
0
Fatturazione a 28 giorni: lo stop nel decreto fiscale Thu, 16 Nov 2017 09:08:56 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122694/fatturazione-a-28-giorni-stop http://www.soldiblog.it/post/122694/fatturazione-a-28-giorni-stop re.mar. re.mar.

fatturazione a 28 giorni

Stop alla fatturazione a 28 giorni delle bollette. La fatturazione dovrà essere obbligatoriamente mensile per abbonamenti telefonici, televisivi e internet. Così stabilisce un emendamento al decreto legge in materia fiscale collegato alla manovra, emendamento presentato dal relatore, senatore Silvio Lai (Pd), e approvato in commissione Bilancio di Palazzo Madama. Unica eccezione alla fatturazione mensile quella relativa alle promozioni offerte dalla compagnie che potranno avere scadenze sotto i 30 giorni.

A spiegare i termini del provvedimento è lo stesso senatore Lai. L’emendamento depositato riguarda infatti “imprese telefoniche, tv e servizi di comunicazione elettronica che stabilisce inequivocabilmente che la fatturazione dei servizi va fatta su base mensile o multipli del mese, ad esclusione di quella promozionale non rinnovabile e inferiore al mese”.

Fatturazione a 28 giorni: cosa cambia per gli operatori

Questo significa che le società del settore devono adeguarsi alle nuove norme entro 120 giorni dall'approvazione del decreto legge. L’obbligo di eliminare la fatturazione a 28 giorni non è stato esteso anche agli operatori del gas ed energia elettrica perché quei costi sono “vincolati ai consumi e non all'arco temporale''.

''Era importante che si ponesse fine a una vicenda che sta molto a cuore ai cittadini'', sottolinea Lai. I fornitori di servizi dovranno inoltre ''garantire informazioni chiare e trasparenti sulle diverse offerte e l'Autorità del settore, con la sua vigilanza, assicurerà che gli utenti possano fare scelte informate. In termini di trasparenza, abbiamo voluto fare un passo in più stabilendo che le aziende di servizi debbano dichiarare se la fibra ottica arriva al domicilio o solo alla centrale” è la conclusione del relatore.

PROSEGUI LA LETTURA

Fatturazione a 28 giorni: lo stop nel decreto fiscale é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 10:08 di Thursday 16 November 2017

]]>
0
Pensioni: il piano del governo e le reazioni sindacali Tue, 14 Nov 2017 09:02:11 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122670/lavori-gravosi-lista http://www.soldiblog.it/post/122670/lavori-gravosi-lista re.mar. re.mar.

I 15 lavori gravosi individuati dal governo per l'esenzione dall'aumento dell'età pensionabile a 67 anni nel 2019 riguarderanno una platea molto ridotta, poco più del 2% delle uscite dal lavoro per pensionamento anticipato e di vecchiaia.

Così secondo uno studio della Cgil sulle novità in materia previdenziale,come riferisce l'agenzia Ansa. Il costo delle misure proposte dall'esecutivo alle parti sociali sarà di appena 61 milioni.

Secondo l'analisi del sindacato saranno in tutto appena 4.305 i lavoratori che beneficeranno dell'esonero dall'aumento di cinque mesi dell'aspettativa di vita, e di conseguenza dall'aumento dell'età di vecchiaia, a partire dal 2019 dall'aumento.

Per la precisione di questo 4.305 lavoratori, 3.639 sono impiegati nel settore privato, il resto in quello pubblico. La maggior parte dei lavoratori che rientrano nelle 15 categorie di lavori gravosi individuate lascerà il lavoro con i contributi necessari all'uscita anticipata. Infine sempre secondo lo studio della Cgil anche quanto previsto dal governo per la previdenza integrativa avrà "un impatto irrisorio".

Pensioni: il piano del governo e le reazioni sindacali

14 novembre 2017. Categorie di lavori gravosi e revisione del meccanismo di calcolo sull’aspettativa di vita: il tavolo sulle pensioni aperto dal governo, che ha sintetizzato le proprie proposte in merito in sette punti, non convince le parti sociali, chi più, chi meno.

Le ultime novità emerse durante l’incontro di ieri attengono alla revisione del meccanismo di calcolo che dal 2021 sarà su base biennale, o meglio sulla media del biennio, e non su differenze di poco conto: si calcolerà cioè la media biennale da confrontare con quella dei due anni precedenti, con le eventuali riduzioni dell’aspettativa di vita che verrano scalate solo nel biennio successivo, quindi quattro anni dopo la rilevazione.

Il mancato aumento dell’età pensionabile a 67 anni a partire dal 2019 per le 15 categorie di lavori gravosi individuate dal governo, con il requisito contributivo che da 36 anni scenderebbe a 30, non soddisfa la Cgil sia perché la platea dei "fortunati" è insufficiente - rimangono fuori categorie come vigili del fuoco e ristorazione - sia perché i lavoratori dovranno dimostrare di aver svolto una attività gravosa negli ultimi sette anni su dieci rispetto ai sei anni su sette previsti all’inizio.

Insieme alla Cgil esprime la sua contrarietà alla prospetta del governo anche la Federazione italiana pubblici esercizi. E se il Premier Paolo Gentiloni parla di proposta innovativa e di passi in avanti rispetto al piano iniziale, la leader del primo sindacato italiano risponde che “le distanze sono ancora molto significative e le proposte fatte oggi non delineano una facile soluzione”. A non convincere nel piano del governo, che costerebbe 300 milioni, è anche l'assenza di una seria proposta previdenziale per i giovani.

Più morbida la leader Cisl, Annamaria Furlan che tra le proposte del governo ne vede alcune "molto buone" e "coerenti" mentre altre vanno corrette e precisate meglio" e altre mancano". Convinto della necessità di dover "allargare la platea" degli esonerati da quota 67 è anche il segretario della Uil Carmelo Barbagallo: "bisogna fare in modo che questa settimana maturino le risposte che abbiamo considerato un po' insufficienti". Il prossimo incontro governo-sindacati si terrà sabato.

Pensioni: tavolo governo-sindacati. Boeri: prima commissione tecnica


13 novembre 2017. In tema di pensioni il tavolo resta caldo, anzi bollente: governo e sindacati oggi riprendono a parlare delle aspettative sulla speranza di vita, annessi connessi previdenziali. Le quindici categorie professionali di lavoratori dipendenti che svolgono lavori gravosi individuate dal governo, e quindi esonerate dall'aumento dell'età pensionabile legato alle accresciute aspettative di vita, stanno strette ai sindacati.

Undici di queste categorie in ogni caso secondo la legge possono già usufruire dell'Ape social. Le altre quattro categorie nuove, che verrebbero escluse dal raggiungimento dei 67 anni di età per andare in pensione dal 2019, sono quelle dei lavoratori agricoli, siderurgici, marittimi e pescatori.

L’Istat conteggia un aumento di cinque mesi delle aspettative di vita e perciò un corrispondente innalzamento dell'eta pensionabile nel 2019 che porterà l'età di vecchiaia da 66 anni e 7 mesi di oggi a 67 anni per un requisito contributivo per la pensione anticipata che dagli attuali 42 anni e 10 mesi passerà a 43 anni e 3 mesi.

In pensione dal 2019: lavori gravosi ed esonerati da quota 67


I sindacati come detto si sono già espressi contro l'insufficienza della platea individuata dal governo che cristallizza per le categorie di lavori gravosi individuate a 66 anni e 7 mesi l'eta per andare in pensione, anche dal 2019.

Il governo però non sarebbe disposto a concedere di più, se ci saranno margini di manovra lo sapremo solo alla fine della giornata di oggi, capendolo magari dalla fissazione di un nuovo incontro tra organizzazioni sindacali ed esecutivo. Tra le altre novità per lasciare il lavoro c'è quella della prevista revisione dal 2021, su base biennale e in media, del meccanismo di adeguamento dell’età alla speranza di vita.

Confermata più l’istituzione di una commissione tecnica (formata da Inps, Inail, ministeri del Lavoro, dell’Economia, della Salute e Istat) per saggiare la possibilità di procedere con nuove stime sull’aspettativa di vita legate al tipo di lavoro e alle mansioni svolte.

In merito il presidente dell'Inps Tito Boeri mette le mani avanti:

"E' importante che tutte le decisioni non vengano prese prima che la commissione venga creata è chiaro che se già uno decide a priori quali sono i lavori che devono essere esentati... Troverei più giusto che si decidesse adesso una quota di lavoratori che viene esentato dall'adeguamento e che venga poi affidato alla commissione il compito di identificare le categorie di lavoratori che hanno una speranza di vita più breve".

lavori gravosi

PROSEGUI LA LETTURA

Pensioni: il piano del governo e le reazioni sindacali é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 10:02 di Tuesday 14 November 2017

]]>
0
Rimborsi Tari: tutti i chiarimenti del MEF Tue, 21 Nov 2017 09:02:24 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122714/rimborsi-tari-circolare-mef http://www.soldiblog.it/post/122714/rimborsi-tari-circolare-mef re.mar. re.mar.

tassa sui rifiuti

Rimborsi Tari in dirittura d’arrivo dopo i chiarimenti del Ministero dell’economia e delle finanze (Mef). Se il contribuente crede di aver pagato più del dovuto a causa di un calcolo sbagliato a parte delle amministrazioni comunali (o di chi per loro) della parte variabile della tassa sui rifiuti, può chiedere il rimborso a partire dall’anno 2014, da quando cioè la TARI è i vigore.

In una circolare del Mef, disponibile sul sito del ministero, viene precisato che per le pertinenze dell’abitazione, è "corretto computare la quota variabile una sola volta in relazione alla superficie totale dell'utenza domestica".

Dei chiarimenti, quelli arrivati da Via XX settembre, necessari dopo che alcuni Comuni hanno effettuato un calcolo errato della parte variabile della tassa sui rifiuti, moltiplicandola per il numero delle pertinenze per bollette molto più alte rispetto al computo corretto, cioè applicando la quota variabile una sola volta.

Il ministero ha perciò chiarito una volta per tutte che per le pertinenze dell’abitazione di debba "computare la quota variabile una sola volta in relazione alla superficie totale dell’utenza domestica” intesa come la somma dei metri quadri di casa e pertinenze relative.

“Un diverso modus operandi da parte dei comuni non troverebbe alcun supporto normativo, dal momento che condurrebbe a sommare tante volte la quota variabile quante sono le pertinenze, moltiplicando immotivatamente il numero degli occupanti dell’utenza domestica e facendo lievitare conseguentemente l’importo della TARI” spiegano ancora i tecnici del Mef.

PROSEGUI LA LETTURA

Rimborsi Tari: tutti i chiarimenti del MEF é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 10:02 di Tuesday 21 November 2017

]]>
0
Napoli: traffico illegale di cani, 4 denunce - video Tue, 21 Nov 2017 16:08:21 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588850/traffico-illegale-cani-afragola-video http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588850/traffico-illegale-cani-afragola-video Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Quattro persone sono state denunciate dai carabinieri per i reati di maltrattamento di animali e traffico illegale di animali da compagnia.

Tutto nasce in seguito alla scoperta di 53 cuccioli di cane, di varie razze, giunti ad Afragola (Napoli) dopo un lunghissimo viaggio a bordo di un furgone.

Il mezzo era partito dall'Ungheria e gli animali erano giunti a destinazione infreddoliti e affamati.

I cuccioli sono stati salvati e sequestrati dai carabinieri di Crispano. Le presone denunciate sono sia titolari di negozi di animali che corrieri.

Tutti i cani hanno un'età inferiore a quella consentita per l'importazione. Dei 53 cani salvati, quelli erano in condizioni di salute non gravi sono stati affidati ad un rifugio, mentre quelli che destavano maggiori preoccupazioni sono stati ricoverati in una struttura veterinaria.

PROSEGUI LA LETTURA

Napoli: traffico illegale di cani, 4 denunce - video é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 17:08 di Tuesday 21 November 2017

]]>
0
Ostia, Raggi vuole abbattere il lungomuro? Tue, 21 Nov 2017 11:15:16 +0000 http://www.06blog.it/post/160269/ostia-raggi-vuole-abbattere-il-lungomuro-50-spiagge-libere http://www.06blog.it/post/160269/ostia-raggi-vuole-abbattere-il-lungomuro-50-spiagge-libere A.S. A.S.

Il 50% delle spiagge libere e l'abbattimento del "lungomuro" di Ostia, a carico dei concessionari, con aree di rispetto intorno ai manufatti storici e un limite di 75% di spazio libero da rispettare in ogni stabilimento: sono la novità principali introdotte dal Piano di utilizzo degli arenili (Pua) presentato oggi pomeriggio in Campidoglio dalla sindaca di Roma Virginia Raggi.

"Per consentire ai cittadini di riappropriarsi del loro litorale ci muoviamo alcune direttrici: su questi 18 km è stato previsto il riequilibrio del 50% del lungomare destinato a spiagge libere, soprattutto nella zona di spiaggia prospiciente la parte abitata del Municipio - ha chiarito Raggi.

Verranno chiaramente preservati gli edifici storici che sono moltissimi ma che sono ben diversi da tutti gli ulteriori edifici e chioschi sorti spontaneamente negli anni. Saranno realizzati dei corridoi verso il mare, verrà preservata la visuale del mare, verrà abbattuto il 'lungomuro', e ancora saranno istituite fasce di rispetto intorno agli edifici storici e anche delle aree dove non potranno esserci nemmeno servizi, cioè quelle sulla battigia.

"È un lavoro imponente perché si è trattato di riordinare 71 concessioni, un lavoro fatto in maniera estremamente certosina e precisa. E segna il punto d'inizio di un percorso che consentirà finalmente di avere una nuova prospettiva di Roma verso il mare e la libera fruizione delle spiagge. Abbiamo già iniziato quest' estate con la restituzione ai cittadini delle prime spiagge libere".

PROSEGUI LA LETTURA

Ostia, Raggi vuole abbattere il lungomuro? é stato pubblicato su 06blog.it alle 12:15 di Tuesday 21 November 2017

]]>
0
Camorra, maxi blitz contro il clan Lo Russo Mon, 20 Nov 2017 11:17:21 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588804/camorra-maxi-blitz-contro-il-clan-lo-russo http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/588804/camorra-maxi-blitz-contro-il-clan-lo-russo R.M. R.M.

arresti clan lo russo

Il clan Lo Russo nel mirino della Direzione distrettuale antimafia partenopea. Sono oltre quaranta gli arresti per armi, droga e altre accuse eseguiti questa mattina in un blitz congiunto di carabinieri e polizia contro l'organizzazione camorristica.

Gli inquirenti avrebbero scoperchiato ancora una volta il vaso di pandora delle attività illegali del clan Lo Russo, molto attivo secondo i pm nell’area Nord di Napoli, in merito a traffico e spaccio di droga. Oltre a cinque fucili, sei pistole, un kalashnikov e centinaia di munizioni, le forze dell'ordine hanno sequestrato anche tre giubbotti antiproiettile.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli riguarda in tutto 43 presunti affiliati al clan Lo Russo accusati, a vario titolo, di associazione di tipo mafiosa, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione e spaccio di droga, detenzione e porto di armi anche da guerra.

Le indagini avrebbero documentato centinaia di casi di spaccio di droga, tipo cocaina, eroina, marijuana e hashish, da Miano a Piscinola e Chiaiano fino al rione Don Guanella, tutte "piazze" che sarebbero rette dai Lo Russo.

PROSEGUI LA LETTURA

Camorra, maxi blitz contro il clan Lo Russo é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 12:17 di Monday 20 November 2017

]]>
0
Contro le zanzare arriva una vernice speciale Sun, 19 Nov 2017 10:01:12 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572986/contro-le-zanzare-che-trasmettono-chikungunya-dengue-e-zika-arriva-una-vernice-speciale http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572986/contro-le-zanzare-che-trasmettono-chikungunya-dengue-e-zika-arriva-una-vernice-speciale Patrizia Chimera Patrizia Chimera

zanzare

Le zanzare che trasmettono malattie pericolose e gravi come dengue, zika e chikungunya potrebbero avere i minuti contati. Da sempre per poter contrastare queste patologie infettive, che si trasmettono da zanzara a uomo tramite una semplice puntura, si è cercato di eliminare la fonte principale, l'insetto per l'appunto. Dal Costa Rica potrebbe arrivare la soluzione definitiva.

Nel paese, infatti, è stata ideata una vernice particolare dall'azienda Celco, un prodotto, chiamato chazz chiazz, che sarebbe in grado di uccidere le zanzare che provocano quelle malattie di fronte alle quali abbiamo molta paura. La vernice è inodore, è disponibile in diversi colori ed è efficace anche con altri insetti, come regni, scarafaggi, formiche.

La vernice, assolutamente sicura per bambini, cani e gatti, interviene non appena gli insetti toccano con le loro zampe le pareti pitturate con questo prodotto. Jessica Chamorro, direttrice del settore Ricerca e sviluppo di Celco, spiega:

Dopo il contatto, gli insetti cominciano a volare più lentamente e con movimenti disordinati e producono larve più deboli che non sopravvivono.

Via | Ansa

PROSEGUI LA LETTURA

Contro le zanzare arriva una vernice speciale é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 11:01 di Sunday 19 November 2017

]]>
0
Asma nei bambini: il 30% ha una malattia respiratoria Sat, 18 Nov 2017 09:50:22 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572879/asma-nei-bambini-il-30-per-cento-soffre-di-una-malattia-respiratoria http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572879/asma-nei-bambini-il-30-per-cento-soffre-di-una-malattia-respiratoria Andrea Butkovič Andrea Butkovič

Malattie respiratorie bambini

Al Congresso nazionale degli specialisti della Società italiana per le malattie respiratorie infantili (Simri) di Napoli sono stati presentati i dati allarmanti sulle malattie respiratorie che colpiscono i bambini in età prescolare. Sembra infatti che il 30% dei bambini piccoli sviluppi ogni anno una malattia respiratoria.

Le malattie respiratorie più frequenti nei bambini piccoli sono la polmonite, la bronchite, la faringite, la laringite e la tracheite, ma anche la bronchiolite, che rappresenta la prima causa di ricovero durante il primo anno di vita. La bronchiolite virale è un'infiammazione che ostruisce i bronchioli, i più piccoli passaggi di aria dei polmoni.

Proprio contro la bronchiolite virale è disponibile una profilassi con un anticorpo monoclonale che aiuta a prevenire la malattia nei mesi invernali, grazie a un'iniezione mensile. Al Congresso, infatti, è stata sottolineata l'importanza della prevenzione delle malattie respiratorie nei bambini in età prescolare, che potrebbe ridurre notevolmente l'incidenza dei disturbi.

 

Via | Ansa.it

PROSEGUI LA LETTURA

Asma nei bambini: il 30% ha una malattia respiratoria é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 10:50 di Saturday 18 November 2017

]]>
0
Il linguaggio svela i livelli di stress Sat, 18 Nov 2017 07:33:57 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/569579/il-linguaggio-svela-i-livelli-di-stress-meno-chiacchiere-e-piu-avverbi http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/569579/il-linguaggio-svela-i-livelli-di-stress-meno-chiacchiere-e-piu-avverbi Patrizia Chimera Patrizia Chimera

parlare

Il linguaggio che usiamo ogni giorno svela se siamo stressati o meno. E' quello che è emerso da una ricerca condotta dall'Università della California e dall'Università dell'Arizona, pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences. Lo stress diminuisce il numero di parole che usiamo ogni giorno e, al contrario, aumenta l'uso degli avverbi.

Lo studio è stato condotto su 143 persone adulte, che hanno indossato dei registratori accesi ogni 2 minuti per 2 giorni: in tutto sono state raccolte 22.627 clip audio. I ricercatori le hanno esaminate, concentrandosi sui pronomi e gli aggettivi usati. Matthias Mehl, uno degli autori dello studio, spiega:

Di per se non hanno particolare significato, ma aiutano a chiarire cosa sta succedendo a chi parla.

Il team ha confrontato il linguaggio usato da ogni volontario con l'espressione di 50 geni legati ad alti livelli di stress: l'uso di alcune parole può fare previsione dei cambiamenti dovuti allo stress sul DNA. Quando siamo stressati, infine, parliamo di mano e usiamo più avverbi che ci possono aiutare a gestire la nostra situazione.

Via | Ansa

PROSEGUI LA LETTURA

Il linguaggio svela i livelli di stress é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 08:33 di Saturday 18 November 2017

]]>
0
Doppio mento: le cause e i rimedi migliori Fri, 17 Nov 2017 11:30:27 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573229/doppio-mento-le-cause-e-i-rimedi-migliori http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573229/doppio-mento-le-cause-e-i-rimedi-migliori Maria Vasta Maria Vasta

Il doppio mento è un problema spesso associato a sovrappeso o obesità, ma non sempre le cose stanno così. Questo problema può infatti essere provocato da diversi fattori, come ad esempio:


  • Età: la pelle può iniziare a perdere la sua elasticità con l'età, e questo può portare alla formazione del doppio mento

  • Dieta e peso: come abbiamo detto, sovrappeso e obesità sono associati a un maggior rischio di sviluppare il classico doppio mento

  • Postura: anche una cattiva postura può indebolire i muscoli del collo e del mento, e causare quindi questo antiestetico difetto.


Fatta questa premessa, è possibile riuscire a combattere il problema del doppio mento, e magari risolverlo una volta per tutte? La risposta è si. Esistono infatti diversi rimedi per combattere questo problema. Scopriamo insieme di quali si tratta:


  • Esercizi: nonostante siano poche le conferme in merito all'efficacia degli esercizi per il doppio mento, secondo gli esperti lavorare sui muscoli del collo e del viso potrebbe effettivamente aiutare a bruciare i grassi in queste aree. Tali esercizi potrebbero quindi rappresentare dei rimedi ottimi per sbarazzarsi del doppio mento.

  • Gomma da masticare: vi sembrerà strano, ma masticare la gomma potrebbe rappresentare una sorta di allenamento per i muscoli del viso, specialmente per la mascella, e potrebbe quindi portare a una perdita di grasso nella zona del mento.

  • Maschere facciali: esistono anche molte maschere per il viso che possono aiutare a stringere la pelle e ridurre l'aspetto del doppio mento.

  • Dieta: seguire una dieta sana e dimagrante può aiutare a ridurre il doppio mento, specialmente se questo è causato dal peso eccessivo

  • Chirurgia: infine, per chi proprio non riesce a combattere il problema con questi rimedi “naturali”, sono disponibili anche dei trattamenti chirurgici per eliminare una volta per tutte il problema del doppio mento.

Doppio mento

via | MedicalNewsToday

PROSEGUI LA LETTURA

Doppio mento: le cause e i rimedi migliori é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 12:30 di Friday 17 November 2017

]]>
0